Loading...
17
11
2018

Italian Baja, oltre 250 adesioni per la cena solidale

By carlo 0

Stasera (ore 20) l’appuntamento all’Interporto di Pordenone con una grande gara di solidarietà

 

E’ già un successo la gara di solidarietà messa in campo dal Fuoristrada Club 4×4 Pordenone in sostituzione dell’ultima prova del Campionato Italiano Cross Country Rally che si sarebbe dovuta disputare oggi al “Valvadrom” sul Tagliamento. Alla “cena solidale” in programma stasera all’Interporto di Pordenone (inizio ore 20, magazzino Italian Baja) hanno aderito oltre 250 persone, tra piloti e navigatori, team manager e meccanici, sportivi e simpatizzanti, autorità politiche e amministrative. Atteso anche il vice governatore della Regione, Riccardo Riccardi. “Un fiume in piena per una raccolta fondi da destinare alla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia”, sottolinea Alessandro Moro, presidente del Fuoristrada Club, che precisa: “Questa iniziativa è la dimostrazione del nostro senso di responsabilità e di rispetto per il territorio segnato da maltempo e devastazioni inimmaginabili”. Sulla stessa linea Mauro Tavella, general manager di Italian Baja: “Non potevamo fare la nostra corsa sui greti come se niente fosse, sarebbe stato un affronto per quanti si trovano a dover gestire enormi problematiche di ripristino. Peccato certo per il finale della sfida tricolore, ma nonostante qualche voce critica, in generale i piloti hanno compreso e condiviso le nostre ragioni, e in tanti verranno comunque oggi a Pordenone per partecipare alla cena e dare il proprio contributo di solidarietà. E dobbiamo ringraziare i nostri partner commerciali, in primo luogo Coop Alleanza 3.0, che supportano l’iniziativa con il loro fondamentale e concreto appoggio”. Sarà questa l’occasione per una riunione informale (dalle 18 alle 20) nella quale lo stesso Tavella intende comunicare agli addetti ai lavori le novità più significative di calendario e regolamenti per la stagione 2019, anche in chiave Fia come membro delegato da Acisport alla Commissione Cross Country. Tanto più che per la Federazione internazionale sarà presente pure Jutta Kleinschmidt, “senjor advisor” (letteralmente il “consigliere anziano”) della specialità, unica donna ad aver vinto la Dakar e l’Italian Baja (2001), la quale aveva in predicato di correre la Baja d’Autunno con un Quaddy Yamaha per promuovere la categoria T3 nel circuito iridato del fuoristrada.