Loading...

ECO-consigli per il pubblico

 

  1. Tutti in (una) macchina! Non venire da solo in auto. Organizzati: cerca di riempire tutti i posti a sedere, carica a bordo un gruppo di amici. Per fare 10 km un’auto emette in media un kg e mezzo di CO2: se viaggi in gruppo, riduci la quota pro-capite.
  2. Se il mezzo è pubblico, consuma meno. Emissioni di CO2 per passeggero, al km: treno 35 grammi, autobus 75 grammi, ciclomotore 90 grammi, auto da 140 grammi in su. Treno, metropolitana, autobus e tram consumano meno rispetto ai veicoli privati in proporzione al numero di passeggeri: l’autobus il 30% in meno, il treno il 70%. Non è tutto: sui mezzi pubblici puoi leggere, riposare, fare nuove conoscenze.
  3. Pedaliamo: la bici fa bene alla circolazione. Il 30% degli spostamenti in una grande città è inferiore ai 3 km, distanza che tutti possiamo percorrere a piedi o in bicicletta. Le ricerche europee dicono che per gli spostamenti urbani entro i 5 km il mezzo più veloce è la bicicletta. Pedalando riduci le perdite di tempo, il traffico, i problemi di parcheggio, lo stress. In più, consumi 5 calorie al minuto e produci endorfine: tutti elementi del tuo buonumore.
  4. Sicurezza a prova di ambiente. Se scegli l’auto, parti per tempo! Eviterai così di tenere una condotta di guida aggressiva: mantenere un’andatura costante, senza brusche frenate e inutili cambi di marcia può far diminuire i consumi dal 10 al 12% e gli scarichi nocivi dal 30 al 40%
  5. Differenziati! Anche durante l’evento, presta attenzione a dove butti i rifiuti. Separare i materiali come la carta, le lattine e le bottiglie di plastica e riciclarli, fa risparmiare tra 51 e 72 milioni di tonnellate di CO2 annue, con un risparmio energetico dal 50% per la plastica sino al 95% per il recupero dell’alluminio. Con 27 bottiglie di plastica si fa una felpa in pile, con 37 lattine una caffettiera, con 19.000 barattoli un’automobile.
  6. Acqua, preziosa ma non infinita. Ti prepari per l’evento? Un bel bagno prima? Meglio la doccia! Ricordati inoltre che un rubinetto aperto mentre ci si lava i denti o ci si rade, spreca dai 30 ai 60 litri. In un anno una famiglia di 3 persone potrebbe risparmiare fino a 7.500 litri di acqua potabile (per lavarsi i denti servono 30 litri di acqua ogni 5 minuti!). Chiudere il rubinetto mentre ti spazzoli i denti riduce di 3 kg l’anno la CO2 rilasciata e il costo della bolletta di 5 euro.
  7. Semplice, come l’acqua! Se scegli di bere l’acqua di rubinetto anziché acqua minerale in bottiglia, non emetti CO2, non hai costi di trasporto e hai più sicurezza: fino a 28 mila controlli all’anno contro i 2 per le acque minerali. E se vuoi far evaporare il cloro, raccoglila in una brocca al mattino per la sera, così il sapore migliora!
  8. La carta vincente. Per produrre 1 tonnellata di carta vergine sono necessari 15 alberi, 440.000 litri d’acqua e 7.600 kWh. Quindi, se vuoi prendere appunti, utilizza in modo responsabile questa preziosa risorsa, riempiendo tutti gli spazi e scrivendo anche sul retro dei fogli. Per pulire, detergere, pulirsi… c’è sempre un’alternativa migliore della carta da cellulosa vergine.
  9. Fallo con un SMS. Quando devi mandare un messaggio, manda un SMS o anche un’email da un cellulare, specie se non ha allegati (ed è leggera): risparmi tempo ed energia. Quanta? Rispetto a un SMS, un’email usa più di trenta volte l’energia elettrica necessaria per ogni messaggio. Una lettera per posta, oltre duemila volte, tra trasporti, carta e spedizione.
  10. Meno pile usa e getta, meglio le ricaricabili, per tutto: lettori CD, macchine fotografiche, playerini mp3… Le pile ricaricabili durano da 500 a 1000 cicli. Quelle usa e getta sono bombe chimiche irrecuperabili, per produrle si consuma 200 volte l’energia che contengono, l’80% finisce nella spazzatura normale contaminandola, e comunque non sono riciclabili in alcun modo.

[ib_sponsor]