Italian Baja 2009


Gadasin rompe gli indugi e vola al comando


O Van Dejine nel prologo ha corso oltre i propri limiti, oppure Gadasin è andato a filo d'acceleratore. Il dubbio è lecito, perché il pilota russo ieri ha letteralmente spazzato via il pilota olandese, e non solo. Il driver della Nissan Pick-Up ha infatti vinto tutte e tre le prove speciali della seconda giornata dell'Italian Baja, si è posizionato al primo posto e ha ora un vantaggio di 3'15 sul ceco Zapletal (Mitsubishi L200) e 4'46 sul 'tulipano" della 'Mitsu" Pajero Did. Insomma, al driver di San Pietroburgo, favorito della vigilia, basterà non commettere errori oggi per festeggiare la seconda vittoria alla gara valida per il Fia cup for Cross country bajas e per il campionato italiano. Dove al momento si trova al comando il pordenonese Angelo Montico (Fornasari Rr450), quinto assoluto.

 


Primo giro. Nella prima ripetizione dell'unica ps in programma – accorciata a poco più di 78 chilometri dopo il briefing di venerdì sera – Gadasin fa subito la voce grossa e lascia Zapletal a 1'18. Sufficiente Montico (quinto a 3'38) che ha qualche problema di navigazione. Problema, questo, che porta uno dei favoriti, Paolo Larini, ad accusare un ritardo di 7'40'' da Gadasin. Ritiro al termine della prova per Manfrinato: fatali per lui la rottura del tergicristallo e del motore. La rottura del propulsore ha costretto al forfait anche Lorenzo Codecà: il campione italiano non è infatti riuscito a partire ieri mattina dal parco assistenza. I meccanici della sua Suzuki Grand Vitara non sono stati capaci di riparare i danni nell'ora di assistenza a disposizione.

 

Secondo giro. Ancora Gadasin davanti a tutti, che rifila 1'05'' a Zapletal e 1'52'' a Van Deijne. Troppo forte per tutti il driver russo, che porta il suo vantaggio sul pilota della 'Mitsu" L200 nella generale a 2'27''. Staccato a 4'18 l'olandese. Scivola al decimo posto assoluto, invece, Montico: i problemi elettrici alla sua Fornasari lo portano anche a perdere la leadership tra gli italiani, dove viene sorpassato da Colombo e da Bernazzato. Tra i driver tricolori, si ritira Larini (rottura frizione). Weekend pordenonese sfortunato per il portacolori Mitsu.

 


Terzo giro. Gadasin vince ancora (secondo Van Deijne a 28'' e terzo Zapletal a 48'') e allunga. Dietro il trio c'è Montico: quarto tempo di ps e balzo al sesto posto nella generale. Non solo: torna al primo posto tra gli italiani, con Colombo che prende 11'18'' da Gadasin per una foratura.

 

Moto e Quad. E' Claudio Mana su Aprilia il primo tra le due ruote. Nonostante i problemi accusati nella seconda speciale l'italiano conduce con 2''11 su Stefano Bosio (Ktm) e 3'26'' su Dutto (Husqvarna). Tra i quad, dominio del ceco Machacek, che ha vinto entrambe le prove e guida la classifica con ben 7'14'' su Sette (Polaris).
Si chiude. Oggi la seconda e ultima tappa. La 'solita" ps sarà ripetuta due volte dai fuoristrada (passaggi alle 8.05 e alle 11.50) e una sola da moto e quad (10.05).

 

Carlo Ragogna Ufficio Stampa italian Baja

Altri articoli dell'edizione Italian Baja 2009



Segui Italian Baja    pagina Facebook Italian Bajapagina Twitter Italian BajaCanale YouTube Italian Bajapagina Instagram Italian Bajaprofilo Flickr  Italian Baja

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Policy Privacy Cookies