Il Suzuki Challenge si prepara alla 25a edizione



30 Gennaio 2024

La stagione del motorsport è pronta a prendere il via, ma prima celebra i campioni dell'edizione 2023 in una location che incarna lo spirito del motorsport: la Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica. Fondata a Torino in memoria di Gino Macaluso, designer, architetto e navigatore rally, la Fondazione nasce con l'obiettivo di valorizzare l'automobile come oggetto di culto, capace di coniugare innovazione tecnologica, cultura umanistica, tradizione artigianale e bellezza del design d'avanguardia, influenzando profondamente costumi e società del XX° secolo. La Fondazione Macaluso è stata la cornice perfetta per premiare i piloti e navigatori della stagione 2023, distribuendo oltre 164.500 Euro in premi in denaro e numerosi riconoscimenti.

 

In sintesi la stagione 2023
Il 2023 è stato un anno di successo per Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country e SSV. La casa giapponese ha conquistato il titolo Costruttori per il secondo anno consecutivo, insieme al titolo piloti assegnato ad Alfio Bordonaro, confermando il trionfo del 2022. Bordonaro ha guidato il Suzuki New Grand Vitara di Gruppo T1, un prototipo condiviso con Stefano Lovisa. Questa vittoria rappresenta il quattordicesimo titolo italiano, di cui 12 "assoluti" e 2 tra i "veicoli di serie", ottenuti da piloti Suzuki dal 2008. La casa giapponese ha affrontato con successo sei eventi, tra cui il 13° Italian Baja di Primavera e il 1° Baja Colline Metallifere, confermando il suo impegno nel settore fuoristrada. Bordonaro ha ottenuto una duplice vittoria nel tricolore e nel Challenge con una gara di anticipo al 5° Baja Vermentino e Terre di Gallura, oltre al 2° Baja delle Marche. Nel monomarca, il pilota catanese ha preceduto Lorenzo Codecà e Paolo Semeraro, chiudendo una stagione di successi e divertimento. Il Trofeo Suzuki Challenge continua a mantenere un numero significativo di partecipanti, evidenziando l'impegno della casa giapponese nella promozione della sua storia sui fuoristrada.

 

Stagione 2024
Dopo aver conquistato nel 2023, il sedicesimo titolo Costruttori consecutivo nel Campionato Italiano Cross Country Rally, Suzuki si appresta festeggiare un altro importante traguardo. La stagione 2024 vedrà prendere il via il 25° Suzuki Challenge. Lo storico monomarca di Hamamatsu celebrerà dunque le sue nozze d’argento con la scena fuoristradistica nazionale, per la quale rappresenta un indiscusso punto di riferimento.
L’importanza del suo ruolo si è consolidata nel corso degli anni e in questa stagione sportiva il trofeo tornerà proporre l’avvincente e coinvolgente formula introdotta per la prima volta nel 2022. Presente nel mondo dei 4x4 dai primi anni Settanta con uno stuolo di modelli rinomati per la loro affidabilità e le loro prestazioni, Suzuki ammetterà al via qualsiasi sua vettura da off-road, quali che sia l’anno di costruzione e la tipologia di omologazione. In questo modo il monomarca consentirà a tanti equipaggi di esprimere la propria passione in un contesto di alto livello come quello splendide prove del tricolore CICCR e di provare a conquistare il ricco montepremi in palio.

 

Al via con ogni Suzuki 4x4
Grazie alla particolare filosofia adottata, il 25° Suzuki Challenge punta a raccogliere numerose iscrizioni, per la felicità del pubblico e degli stessi concorrenti. Un folto lotto di partenti e un panorama di vetture variegato sono infatti sinonimo di grande spettacolarità e di gare avvincenti e combattute, pur nell’usuale rispetto delle regole e degli avversari che caratterizza il monomarca.
All’atto pratico ci si potrà iscrivere al Challenge con qualsiasi Suzuki da fuoristrada. Sono infatti ammessi indistintamente i Samurai, i Jimmy, le Vitara e le Grand Vitara, appartenenti ai gruppi T1, T1 nazionale, T2 oppure TH. Per assicurare un adeguato livellamento e consentire a tutti i partecipanti la possibilità di mettersi in luce e primeggiare, a prescindere dal mezzo guidato, le classifiche saranno redatte in base a coefficienti diversi per i prototipi più performanti e per quelli semplificati, così come per le auto più vicine alla produzione di serie e per quelle da competizione ma con le omologazioni più datate.
Questo regolamento, definito da Suzuki in collaborazione con lo storico partner organizzatore Emmetre Racing, ha un chiaro obiettivo: permettere anche a chi possiede auto con diverse primavere sulle spalle ma ancora competitive ed efficienti di tornare a divertirsi in gara e con costi ragionevoli, su tracciati tanto belli quanto selettivi e con il supporto una organizzazione sempre professionale e attenta alla sicurezza.

 

Un trofeo in sei atti
La 25a edizione conferma il suo stretto legame con il Campionato Italiano Cross Country Rally. Le prove del trofeo monomarca coincideranno con quelle che assegneranno il titolo nazionale, a garanzia di una grande qualità dei tracciati e di un’organizzazione curata sotto ogni punto di vista. Le gare del CICCR sono di caratura internazionale e attirano spesso anche equipaggi stranieri. Ciò dà modo ai concorrenti del trofeo Suzuki di confrontarsi anche con rivali di elevato spessore tecnico.

 

Il calendario del Suzuki Challenge 2024

15-16 marzo - 14° Italian Baja di Primavera-Artugna Race - (Pordenone)

4-5 maggio - 2° Baja Colline Metallifere - (Grosseto)

4-7 luglio - 31° Italian Baja - (Pordenone)

20 e 21 settembre - 1° Baja dello Stella (Udine)

26 e 27 ottobre - 5° Baja Vermentino Terre di Gallura (Sassari)

8 - 10 novembre - Raid of the Champions - (Ungheria)


Costi contenuti e un ricco montepremi
Il Suzuki Challenge consente da sempre alla clientela sportiva di Hamamatsu di esprimere la propria passione per le corse fuoristrada con un impegno economico contenuto. Il costo d’iscrizione non varia rispetto allo scorso anno. Per i piloti già iscritti a una delle precedenti edizioni la quota ammonta a 600 Euro + IVA, che diventano 1.200 + IVA per i nuovi iscritti. In questi importi sono inclusi una felpa/Jacket Suzuki e un kit di adesivi per l’auto da gara, cui si aggiunge per i debuttanti una tuta ignifuga con i loghi Suzuki.
Per la sola classe TH, quella riservata ai mezzi con propulsore Suzuki fino a 1.600 cc, l’importo scende a 300 Euro + IVA, sia per i nuovi che per i vecchi iscritti.
Suzuki mette in palio un montepremi totale di 40.000 Euro, 30.000 Euro per chi si distinguerà nel Challenge e 10.000 Euro per il vincitore, qualora riuscisse a laurearsi anche Campione Italiano assoluto Cross Country Rally.
La graduatoria finale sarà redatta tenendo conto dei cinque migliori risultati ottenuti, con pertanto la possibilità per i concorrenti di scartare il piazzamento peggiore. Nel caso tuttavia che non si svolgessero tutte le gare, non sarà ammesso alcuno scarto.

 

Il montepremi per gli equipaggi del Suzuki Challenge 2023
1 - Euro 10.000 + Trofeo

2 - Euro 7.000

3 - Euro 5.000

4 - Euro 3.000

5 - Euro 2.000

6 - Euro 1.000

1° Classificato Suzuki TH fino a 1.600 - Euro 2.000
(Premio di classe assegnato soltanto nel caso che vi siano almeno 3 iscritti alla categoria)
Tutti i partecipanti al campionato beneficiano poi di uno sconto fino al 20% sull’acquisto di ricambi originali presso la rete Suzuki.
Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni al trofeo Suzuki Challenge 2024 si può inviare una mail a emmetreracing@inwind.it.

 

Fondazione Macaluso
La Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica nasce con lo scopo di valorizzare l’automobile come oggetto di culto, capace di coniugare innovazione tecnologica e cultura umanistica, tradizione artigianale e bellezza del design d’avanguardia, influenzando in maniera profonda i costumi e la società del XX Secolo. La Fondazione è strettamente legata a Torino, città natale di Gino Macaluso, che è stato sportivo e campione Europeo di Rally nel 1972, poi architetto e designer, imprenditore e Cavaliere del Lavoro.
Avvalendosi della prestigiosa collezione di Gino Macaluso, unica nel suo genere per il palmares delle vetture, il prestigio e l’originalità dei suoi modelli, la Fondazione promuove sul territorio torinese e a livello internazionale un programma culturale legato all’auto storica. Iniziative quali mostre, eventi e lezioni, in collaborazione con musei, politecnici, scuole superiori e accademie, con l’obiettivo di rinnovare nelle nuove generazioni la passione per lo sport motoristico e il car design.

 

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909
Suzuki Motor Corporation è un costruttore di automobili, motocicli e motori fuoribordo.
Suzuki nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 il laboratorio Suzuki Loom Works diventa Suzuki Loom Manufacturing Co, e nel 1952 viene introdotta la prima bicicletta motorizzata, la Power Free. Nel 1954 Suzuki diventa Suzuki Motor Corporation Ltd e nel 1955 nasce Suzulight, la prima automobile, seguita nel 1965 dal primo motore fuoribordo, il D55. Nel 1970 debutta Jimny LJ10, il primo 4x4 e nello stesso anno appare il mini MPV Carry L40V, 100% elettrico.
Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita puntando su tecnologia, affidabilità, design e innovazione.

 

SUZUKI ITALIA SpA
Ufficio Stampa e PR Corporate
Tel 011 9213711
press@suzuki.it 

Altre news dell'edizione Italian Baja 2024



Segui Italian Baja    pagina Facebook Italian Bajapagina Twitter Italian BajaCanale YouTube Italian Bajapagina Instagram Italian Bajaprofilo Flickr  Italian Baja

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Policy Privacy Cookies