Logo Italian Baja

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Policy Privacy Cookies

Bis iridato di Al-Rajhi e russi ancora battuti. 

Due Toyota Hilux Overdrive sul podio e niente poker per Gadasin con il G-Force Proto. Ko nel finale Borsoi, per l’Italiano vince Codecà (Suzuki).

 

 

Parla ancora straniero l’Italian Baja, la corsa mondiale dei fuoristrada che da venerdì a domenica ha animato il retroterra dei greti di Meduna, Cosa e Tagliamento, ovvero lo splendido scenario delle “grave” in provincia di Pordenone, invase da migliaia di appassionati. La vittoria è andata al saudita Yazeed Al-Rajhi, con a fianco il navigatore tedesco Timo Gottschalk. La loro Toyota Hilux Overdrive ha completato in 3:17’15’’ un percorso cronometrato di poco superiore ai 300 km, volando in alcuni punti a oltre 170 km all’ora. Già primo un mese fa alla Northern Forest di Leningrado davanti a Vladimir Vasilyev, stavolta Al-Rajhi ha sconfitto il russo Boris Gadasin, che sperava di ottenere il poker di vittorie dopo i successi nel 2007, 2009 e 2011. Lo “zar” con il suo G-Force Proto era in testa dopo la prima tappa, ma ieri si è dovuto arrendere alla rimonta impetuosa del rivale, risultato il più veloce in ogni settore selettivo tanto da chiudere al traguardo un vantaggio di 44’’. Terza posizione per i polacchi Marek Dabrowski e Jacek Czachor a 1’52’’, anche loro su Toyota Hilux Overdrive, iniziali protagonisti del prologo di venerdì sui guadi del Meduna tra Cordenons e Zoppola. Giù dal podio le Mini All4 Racing del team X-Raid, con Vasilyev davanti a Martin Kazmarski, divisi da 39’’ e rispettivamente primo e secondo della categoria T1.2 (veicoli diesel). Il brasiliano Reinaldo Varela (altra Toyota Overdrive), primo nel 2013, stavolta si è dovuto accontentare del settimo posto. Nona posizione per Thierry Magnaldi con il primo Original Schlesser a quattro ruote motrici.

 

 

LA BATTAGLIA TRICOLORE
Costretti a una lotta di retroguardia in chiave iridata, causa mezzi non all’altezza dei big d’oltreconfine, i piloti italiani non hanno comunque sfigurato. Sfortuna nera per Elvis Borsoi con il Pajero piantato proprio nell’ultimo settore selettivo causa rottura della frizione. Il veneto aveva un discreto vantaggio da gestire su Lorenzo Codecà, che ha così piazzato la Suzuki Grand Vitara al 19. posto assoluto, prima della graduatoria tricolore davanti a Riccardo Colombo su Mitsubishi L200 di Ralliart.

 

 

COMINOTTO PRIMO NELLA FIM WORLD CUP BAJAS
Netto il trionfo del friulano Vanni Cominotto nella gara mondiale delle moto bajas, in sella a una Yamaha Wr 450. Il biker di Dignano ha dominato nei tre giorni di gara, staccando progressivamente il rivale Alessandro Ruoso su Honda 450 Hm, che però si è battuto come un leone fino al traguardo. Terzo sul podio iridato il polacco Jakub Przygonski su Katm 450 Exc. Pordenonese come Ruoso anche Stefano Biscontin, primo su Yamaha 450 Yfz nella categoria quad infliggendo distacchi importanti al polacco Kamil Wisniewski e all’ungherese Matyas Somfai.

 

Classifiche assolute




Classifica Italian Baja 2014 (pdf)

Cronaca




Equipaggi




Altri equipaggi dell'edizione



Pilota : Yazeed Alrajhi
Copilota : Timo Gottschalk
Mezzo : Toyota Hilux Overdrive
Team : Yazeed Racing
Pilota : Boris Gadasin
Copilota : Aleksey Kuzmich
Mezzo : G-Force Proto NL
Team : G-Force Motorsport
Pilota : Marek Dabrowski
Copilota : Jacek Czachor
Mezzo : Toyota Hilux Overdrive
Team : Overdrive Racing
Pilota : Lorenzo Codecà
Copilota : Bruno Fedullo
Mezzo : Suzuki Gran Vitara
Team : Suzuki ufficiale
Pilota : Riccardo Colombo
Copilota : Massimiliano Catarsi
Mezzo : Mitsubishi L200
Pilota : Vanni Cominotto
Mezzo : Yamaha Wr 450
Team : eam Miglio-Yamaha
Pilota : Przygonski Jakub
Mezzo : KTM 450 EXC
Team : Orlen Team
					

Reportage




Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Italian Baja 2014
Codecà Fedullo
Codecà Fedullo
Dabrowski Czachor
Dabrowski Czachor
jakub Przygonski
jakub Przygonski
Vanni Cominotto
Gadasin kuzmich
Gadasin kuzmich
Alrajhi Gottschalk
Alrajhi Gottschalk
Przygonski Jakub
Colombo Catarsi
Colombo Catarsi
Colombo Catarsi
Cominotto
Codecà Fedullo
Dabrowski Czachor
Gadasin Kuzmich
Yazeed Gottschalk
Lorenzo Codecà e il braccio sportivo di Suzuki Italia
Miki Biasion all’Italian Baja
Boris Gadasin
Di nuovo al via la “morosa” Andrea Mayer
Presentazione a Zoppola
Pordenone race
Cominotto
Prima tappa a Gadasin
Podio 2014
Segui Italian Baja    pagina Facebook Italian Bajapagina Twitter Italian BajaCanale YouTube Italian Bajapagina Instagram Italian Bajaprofilo Flickr  Italian Baja
NEWS, INFO, in anteprima dal mondo del Baja
Il tuo indirizzo E-mail verrà utilizzato solo per inviarti le nostre newsletter informative sul mondo del Baja. Puoi disiscriverti in qualunque momento utilizzando il link di cancellazione che troverai alla fine della newsletter. Maggiori informazioni sulla gestione dei tuoi dati.
© 2021 T.O.P. srl
P.IVA IT01454130939
Policy, Privacy, Cookies
Area Riservata

IT | EN

Credits