Logo Italian Baja

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Policy Privacy Cookies

Il Campionato Italiano Cross Country Rally e SSV a San Marino



23 Giugno 2021

Nella Repubblica del Titano il 25 e 26 giugno il quarto round del Tricolore fuori strada e quinto del Side by Side alla 7^ edizione della gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese.

 

 

Il 7° San Marino Cross Country Rally del 25 e 26 giugno sarà quarto appuntamento del Campionato Italiano Cross Country Rally e 5° round del Tricolore Side by Side. Saranno gli sterrati della Repubblica del Titano e quelli adiacenti, il teatro delle sfide per i gli importanti punti di un Campionato sempre più affascinante ed avvincente.

La gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese avrà il suo quartier generale e centro servizi presso il Multi Eventi di San Marino. Il programma entrerà nella fase clou venerdì 25 giugno con le operazioni preliminari, tra il Multi Eventi ed il Parco Assistenza “Globo” dalle 12.30 alle 18. Nella stessa giornata sono permesse le ricognizioni autorizzate del percorso. Gli equipaggi che lo desiderano possono svolgere lo shakedown, provando le auto in assetto da gara, dalle 13.45 alle 14.45 a Piandavello di San Marino. Tutta in un giorno la competizione che si articolerà su 8 settori selettivi, programmati al seguito del Rally di Campionato Italiano. “Terra di San Marino” (Km 4,75), “Macerata Feltria” (Km 7,47), “Sestino” (Km14,88), il primo settore da percorre due volte e tre volte gli atri due, per un totale di 76,55 Km sui 369,87 dell’intero percorso di gara, che parte ed arriva a San Marino.

 

 

Ci sono tutti i big del tricolore ad iniziare da Sergio Galletti, l’emiliano alfiere R-Team, che navigato da Giulia Maroni dopo l’ottima gara in Grecia e la convincente prova all’Italian Baja, è passato in testa alla classifica di Campionato sulla Toyota Hilux Over Drive. Suzuki parte con l’obiettivo di difendere la leadership costruttori. Torna della partita con ferme intenzioni di rimonta dal 3° posto attuale il pilota ufficiale Suzuki Lorenzo Codecà, il milanese assente forzato in Grecia, sarà nuovamente sulla Gran Vitara in versione T1 per aggredire la terra sammarinese, sempre navigato da Mauro Toffoli. Altra Gran Vitara seguita ufficialmente dalla filiale italiana del marchio giapponese per Manuele Mengozzi navigato da Fabio Graffieti. Sempre per il gruppo delle vetture “preparate” rilancia la sfida anche Andrea Schiumarini sulla Mitsubishi Pajero WRC+, dopo la buona gara greca, adesso sarà navigato da Cesare Rickler. Nuovamente in gara la Fiat Panda 4x4 in allestimento Dakar di Gabriele Seno affiancato da Francesca Ferretti per i colori della Milano Autostoriche, mentre su Nissan Navara tornano della partita anche Andrea Castagnera e Denis Dorigo, cambio di auto anche per il bolognese della Jazz Tech Team Alessandro Bertuzzi, che trova la Mitsubishi Pajero WRC insieme ad Angelo Mirolo. Caccia ai primi punti utili sarà quella di Riccardo Colombo su Mitsubishi L200 che condivide con Massimiliano Catarsi.

I protagonisti del Suzuki Challenge sulle New Gran Vitara, sono anche i primi attori del gruppo T2, le auto di serie. In testa il catanese Alfio Bordonaro sarà navigato da Roberto Briani, il driver siciliano dopo un avvio faticoso si è portato non solo in testa al monomarca giapponese, ma anche alla T2 ed al 4° posto della classifica assoluta di campionato, dopo una proficua gara greca. Quinta piazza tricolore e 4° di T2 per un altro siciliano, il messinese Chinti Marino Gambazza, ottimo in Grecia e che sulla New Gran Vitara sarà affiancato da Santo Triolo, seguito dal toscano della Tempo srl Andrea Lucchini con Piero Bosco, vincitori all’Italian Baja, quindi, Mauro Cantarello e Francesco Facile, sempre ai vertici dopo l’ottima prestazione alla Baja del Vermentino, ma anche in Friuli ed in Grecia.

 

 

Il trevigiano Elvis Borsoi con Stefano Pelloni sulla Can Am Maverick, auto dotate di variatore, deve difendere il vertice della classifica TM1, dove protagonisti sono i Side by Side, dove ad insidiare la vetta di TM1 ci sono i fratelli emiliani Alessandro ed Emiliano Tinaburri su YamahaYXZ 1000R, su stessa auto ci sarà anche il sardo di origine siciliana Davide Catania affiancato da Fabio Salis. Per la TM2 il leader Valentino Rocco con Alessandra Mangoni su Yamaha XZ1, sono in testa ma il rientro del piemontese Amerigo Ventura con il friulano Mirko Brun, anche loro su Yamaha è un’insidia per tutti. Attenzione anche a Sebastian Gjezi, il pilota bergamasco di origine albanese, già sul podio all’Adriatico, navigato da Roberto Marzocco sulla Yamaha, auto con cambio manuale.

Tra le vetture di gruppo TH, con il maggior numero di anni di carriera all’attivo, svettano certamente le Suzuki Vitara di Samuele Lelli con Gilberto Minetti e Giovanni e Francesco Farina.

news AciSport.it

Altre news dell'edizione Italian Baja 2021



Segui Italian Baja    pagina Facebook Italian Bajapagina Twitter Italian BajaCanale YouTube Italian Bajapagina Instagram Italian Bajaprofilo Flickr  Italian Baja
© 2021 T.O.P. srl
P.IVA IT01454130939
Policy, Privacy, Cookies
Area Riservata

IT | EN

Credits